twitter

lunedì 16 luglio 2012

la sposa in abito bianco




il pusher è amico mio. a parte le battute, ringrazio Matteo Longhi per le splendide foto.

36 commenti:

  1. Ma é la iom harrival oppure barca nuova?

    RispondiElimina
  2. non è l'Arrival; è l'In-Transition

    RispondiElimina
  3. toni ma non leggi i post precedenti?

    RispondiElimina
  4. sembra molto più voluminoso a prua rispetto arrival

    RispondiElimina
  5. minchia tra due giorni la vedremo made in itali di sicuro......HAHAHAHAHA

    RispondiElimina
  6. una copia è una copia.
    l'originale è solo l'originale

    RispondiElimina
  7. A guardar le foto sembra piu largo e con un pescaggio ridotto , meno di 50mm , costruzione sicuramente ottima x tutto il resto serve un commento da parte del tester .

    RispondiElimina
  8. e infatti. Matteo la sta provando è molto impegnato con il lavoro infatti non ha potuto partecipare alla regata di Idro. sono sicuro che ci darà le sue impressioni al più presto.
    toc...toc...

    RispondiElimina
  9. The ARRIVAL, the TRANSITION, the DEPARTURE are all designed by Dave Hollom and beautifully built by Phil Playle, taught his trade of moulding from the original master, Ian Cole. I have seen all three boats and they are all very good with differant performances in differant conditions, a lot of testing has been done with the 3 boats with John Tushingham, Phil Playle and Derek Priestley.
    Graham.

    RispondiElimina
  10. La barca che ho l'onore di avere a disposizione è l'In-Transition numero 3 ed è stata realizzata da Phil Playle in tempo per essere utilizzata da Derek Priestley al Ranking Event in Scozia a maggio e successivamente al campionato inglese a giugno. Playle avrebbe voluto che io la provassi a settembre ad Eastbourne durante il ranking event , ma dato che non ero in grado di garantire la mia presenza, mi ha gentilmente offerto la possibilità di avere la barca a disposizione in Italia.
    Ho avuto modo già di provarla in condizioni di armo B ed armo A al limite.
    Sensazioni molto buone sia per velocità che passaggio dell'onda. Continuerò le prove in altre condizioni prima di esprimere un giudizio complessivo.
    Matteo

    RispondiElimina
  11. se eri di Trieste ti chiamavo Andrea De Adamich.

    RispondiElimina
  12. un pò di volume a prua,, un po di spigolo a sinistra,,, un po di anca a destra, un seno rifatto,,,ma ancora non avete capito che le barche son tutte li???? moda, moda, moda e noi li a spendere spendere, la differenza è solo il timoniere e il setting della barca, il resto e noia....o moda.....
    Pino Ita206

    RispondiElimina
  13. si si il Califfone aveva ragione...
    Pino Ita206

    RispondiElimina
  14. ok Pino allora alla prossima regata ti presentati con l'AXEL tanto una vale l'altra è solo moda .... grazie

    RispondiElimina
  15. Luca, con me il discorso non calza, perchè io sono una schiappa di timoniere....

    RispondiElimina
  16. io la penso diversamente...
    non esiste la barca per tutti i venti... ma il timoniere si...
    hahahahahahahahaahahahhahhahahahahahahahahahaahhahahahahahahahah

    RispondiElimina
  17. la risposta di ToNi, mi piace...
    Pino Ita206

    RispondiElimina
  18. Provato ieri la nuova barca di Phil, non male come sensazione la timone, leggera e ben bilanciata, più piacevole di quella vecchia.
    Pier

    RispondiElimina
  19. mmmmh, spiacente ma credo che la barche con determinate caratteristiche, un minimo di differenza la facciano eccome...

    RispondiElimina
  20. come velocità rispetto al BritPop? che sensazioni?

    RispondiElimina
  21. britpop più semplice, transition più da timonare, tipo obsession ecc ecc
    Pier

    RispondiElimina
  22. centro!!!...il punto è proprio questo...non è una questione se una barca è più veloce dell'altra (che poi secondo me può anche essere), ma come si comporta in acqua e come il timoniere riesce a condurla rispetto ad un'altra...quello che ho sempre sentito da quando mi sono avvicinato a questo mondo è: "pikanto, velocissima se in mano ad un ottimo timoniere, meno veloce se non la capisci...brit pop, grandioso perchè barca molto facile per chiunque"...che poi mi piacerebbe sapere quali sono le schiappe che l'hanno provato e sono andati veloci

    RispondiElimina
  23. il tuo discorso lo vedo alquanto articolato

    RispondiElimina
  24. ultimamente le barche sono più brutte, si dava addosso al Widget alcuni anni fà, e adesso il brut pop è all'avvanguardia degli stili
    dante

    RispondiElimina
  25. Massimo però Eupon ha ragione, ormai la velocità dei modelli è praticamente la medesima, hai mai visto una iom andare più di un altra? certo se è bilanciata meglio e regolata meglio si, ma parliamo sempre di una barca di 100 cm, quindi se non erro c'è una formula che dice che più di un tot non può fare....
    la cosa importante e che fa vincere è lo scatto, l'uscita della virata e la manovrabilità, questo è il segreto.
    Pier

    RispondiElimina
  26. Pier so benissimo che la velocità è oramai identica. certo non stiamo parlando di una superfice completamente piatta, ma di acqua in continuo movimento, onde. per velocità intendo il passaggio appunto sull'onda, la ripartenza dopo una virata.

    RispondiElimina
  27. allora il britpop è una delle barche più veloci della galassia.......
    che la forza sia con noi!!!!
    Portos Pier

    RispondiElimina
  28. Che culo che abbiamo , siamo una delle poche nazioni che andrà all'europeo con piu di un BP .

    RispondiElimina
  29. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  30. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  31. mmmmh...copiato, pier, copiare è un'altra cosa...prendere spunto forse si, ma daltronde pure gibson ha preso spunto da qualcuno, vedi come lo ha fatto lo stesso bantock con il fraktal...per me copiare è prendere foto di una barca, passarle al cad e ricavarne tutte le misure originali...lavorare invece sull' "idea" di linea vincente invece non è copiare...sia ben chiaro, non difendo nessuno in particolare, non conoscendo i progetti nel dettaglio di nessuno...prendere uno scafo e usarlo come stampo è copiare...prendere ad esempio la forma del ts2 e rifare una barca con poppa larga non è copiare...naturalmente parlo da semplice esterno che non è a conoscienza di eventuali fatti malandrini precedenti, ma si basa solo su quello che vede alla luce del sole

    RispondiElimina
  32. di chi sarebbe il secondo brit?

    RispondiElimina
  33. To Luca71
    If you bother to look at the Euro 12 entry list you will see there are 4 BritPOPS! entered so far from 52 entries and yes, one is an Italian.....

    RispondiElimina